Tutte le notizie
LA TECHNOACQUE PASSA A BRINDISI SENZA DIFFICOLTÀ
Lunedì 10 Febbraio 2014 09:46    PDF Stampa E-mail

Finisce 61-78 il derby contro il Poseidone Assi. Cinque le vittorie di fila per i biancoazzurri9feb14

Si allunga a cinque vittorie di fila la striscia positiva della Technoacque Fasano, che contro il fanalino di coda della classifica Assi Brindisi si impone 61-78 e resta leader a punteggio pieno nel girone di ritorno. Poche emozioni per i tifosi accorsi anche questa volta a sostegno della squadra in trasferta, che alla palla a due vedevano schierati De Leonardis, Mione, Avallone, Calò e Gervasi per l’Assi, contro Santoro, Laquintana, Masi, Persichella e Sordi per la Technoacque Fasano. Coach Marzulli comincia subito con le rotazioni e nella seconda metà del primo quarto gli ospiti scavano un solco e chiudono il tempo a +8. Nel secondo quarto il vantaggio arriva a 17 punti, ma i brindisini riescono a rientrare in parte e si va negli spogliatoi sul 30-43. Nel terzo quarto il tecnico biancoazzurro non si fida, ritorna col quintetto iniziale e ha ragione: i padroni di casa tornano in campo più determinati, e con Avallone, Calò e Mione si fanno sotto, arrivando a -3 intorno all’8’. Dura poco però, perché Laquintana, Masi e Persichella con un break di 7-2 allungano la distanza e la frazione finisce su un più rassicurante +6 per i fasanesi. Nell’ultimo periodo coach Marzulli ordina più intensità difensiva e i suoi ragazzi non fanno passare più nessuno, concedendo solo 4 punti i tutti i 10’ e segnandone 15, sino al +17 finale.

Parziali: 18-26; 12-17; 27-20; 4-15

 

Tabellini

Technoacque Fasano: Laquintana 27, Santoro 15, Persichella 14, Masi 9, Rosato 8,Sordi 5, Liaci 0, Stomeo 0, Baccaro 0, Gimmi 0.

Coach: Marzulli

Poseidone Assi Brindisi: Avallone 17, Mione 17, Calò 16, De Leonardis 4, Zarcone 4, Gervasi 3, Bevilacqua 0, Dell’Anno 0, Panarese 0, Valletta 0

Coach: Sarli

 
LA TECHNOACQUE FASANO DILAGA A RUVO, 65-96
Domenica 26 Gennaio 2014 14:49    PDF Stampa E-mail

Prova corale dei ragazzi di coach Marzulli che contro la Virtus scavano un solco di 31 punti26gen14

Ancora una larga vittoria per la Technoacque Fasano, che a Ruvo di Puglia dilaga 65-96 contro la Virtus, grazie a una grande prova corale che ha mandato tutto il quintetto base in doppia cifra. Coach Marzulli schiera alla palla a due Santoro, Laquintana, Masi, Persichella e Sordi, mentre la panchina ruvese, orfana di coach Lovino squalificato, risponde con Cipri, Picerno, De Angelis, Arbore e Krajewski. È un ritrovato Masi a segnare il primo canestro della partita, e l’ala piccola biancoazzurra è protagonista del primo quarto: 10 dei 23 punti totali della Technoacque sono i suoi. Dall’altra parte, al centro si alternano Vangelov e Krajewski, ma sotto canestro il solito Persichella non lascia niente al rimbalzo e festeggia i suoi 28 anni con la freschezza di un diaciannovenne. Alla fine del primo periodo il vantaggio fasanese è già di 10 punti. Nel secondo quarto coach Marzulli inserisce Liaci e Francesco Rosato, ma le cose in campo non cambiano, la Technoacque rimane a +10 fino al 5’, quando due canestri consecutivi dello stesso Liaci segnano il +15. Il Ruvo tenta di recuperare, e negli ultimi minuti Arbore con una tripla e due tiri liberi manda le squadre negli spogliatoi sul 31-39. Nel terzo quarto la Technoacque non si scolla, Sordi sale in cattedra e segna 6 punti nei primi 2’, il Ruvo è molto falloso e va in pressing su un incontenibile Santoro, dalla lunetta i biancoazzurri non sbagliano e ritornano a +15. Negli ultimi 2’ c’è il tempo per i tiri liberi e due triple consecutive di Santoro e Laquintana che hanno scaldato la mano in un palazzetto freddissimo, e il quarto si chiude sul +19 per i fasanesi. Nell’ultima frazione, col risultato al sicuro, è il momento anche per gli under Baccaro e De Simone, oltre a Stomeo che aveva già dato il cambio ai compagni. Finisce con una tripla di Persichella che chiude sul +31 una partita quasi senza storia. 

Parziali: 13-23; 18-16; 21-32; 13-25

Tabellino

Technoacque Fasano: Persichella 19, Santoro 19, Laquintana 18, Sordi 17, Masi 14, Liaci 7, Rosato F. 2, Stomeo 0, Baccaro 0, De Simone 0.  

Coach: Marzulli

Fasano, 26 gennaio 2014

 
LA TECHNOACQUE FASANO TRAVOLGE L’ANGIULLI BARI
Lunedì 20 Gennaio 2014 11:26    PDF Stampa E-mail

Prestazione convincente dei biancoazzurri che chiudono la partita già nel secondo quarto20gen14x

Continua il buon momento della Technoacque Fasano, che travolge in casa l’Angiulli Bari di Goran Vukovic 91-69, rimanendo in lotta con le altre concorrenti per le ultime posizioni play off, tutte vincenti in questo turno. Resiste solo un quarto la squadra ospite, con Vukovic e il giovane Koprivica sugli scudi, ma senza Traversa, contro un irrefrenabile Laquintana autore di 35 punti e Santoro, Persichella e Sordi in doppia cifra. Alla palla a due coach Marzulli schiera Santoro, Laquintana, Domenico Rosato, Persichella e Sordi, mentre coach Zotti risponde con Ruotolo, Bozzi, Picuno, Vukovic e Barozzi. Parte forte la Technoacque con Persichella che segna il primo canestro e dà il via ad un parziale di 11-4, ma l’Angiulli si affida alla mano calda di Vukovic e a Koprivica, entrato in corsa, e rientra chiudendo il primo quarto in parità. Al 3’ del secondo quarto coach Marzulli inserisce Liaci in marcatura su Vukovic e la Technoacque piazza un break di 6-0 che costringe coach Zotti a chiamare time out, ma alla ripresa i biancoazzurri allungano ancora con un altro 4-0 e si va negli spogliatoi sul 51-42. A metà del terzo quarto la Technoacque è a +24, ma il fuoriclasse Vukovic e Koprivica riescono intorno all’8’ ad avvicinarsi a -16. Nell’ultimo minuto coach Marzulli fa esordire l’under 19 Gimmi per far rifiatare Sordi, e nell’ultimo quarto, a due minuti dalla fine e col risultato al sicuro, entra anche l’under 17  De Simone a completare un quintetto tutto di giovani, e segna i sui primi 2 punti in serie C.

Parziali: 24-24; 27-18; 24-14; 16-13

Tabellini

Technoacque Fasano: Laquintana 35, Santoro 16, Persichella 12, Sordi 12, Rosato F. 6, Liaci 4, Stomeo 4, De Simone 2, Rosato D. 0, Gimmi 0. 

Coach: Marzulli

Angiulli Bari: Vukovic 24, Koprivica 20, Ruotolo 9, Picuno 6, Lovecchio 4, Bozzi 4, Barozzi 2, Dell’Oro 0, Mariani 0, Stucci 0

Coach: Zotti 

 
LA TECHNOACQUE CON ORGOGLIO METTE KO IL BARLETTA
Lunedì 13 Gennaio 2014 15:22    PDF Stampa E-mail

Con una rimonta di 20 punti negli  ultimi 10’ i biancoazzurri strappano la vittoria ai padroni di casa13gen14

La Technoacque Fasano ancora una volta passa al PalaMarchiselli di Barletta, 75-76 con un finale da infarto contro la locale Cestistica. Una prestazione superba dei ragazzi di coach Marzulli che raddrizzano nell’ultimo quarto il risultato troppo penalizzante che li vedeva sotto di 20 punti. Eppure la partita inizia in equilibrio, con coach Degni che schiera Nicola Degni, Vitobello, Onetto, Auricchio e Balducci, mentre coach Marzulli risponde con il solito quintetto composto da Santoro, Masi, Persichella, Sordi e Laquintana, generosamente in campo nonostante un lutto familiare. Nel primo quarto si gioca punto a punto, con i canestri soprattutto di Onetto e Vorzillo per i padroni di casa, mentre nella Technoacque è proprio Laquintana che si carica sulle spalle la squadra e segna 15 dei 19 punti dei biancoazzurri. Nel secondo quarto si mantiene l’equilibrio, nel Barletta segnano tutti, coach Marzulli aumenta le rotazioni e anche tra le file fasanesi i punti sono distribuiti. Nell’ultimo minuto la Cestistica allunga da +4 a +7 e si va negli spogliatoi col risultato di 43-36. Nel terzo quarto il Barletta vuole chiudere la partita e aumenta il ritmo in attacco, intorno al 4’ Vorzillo e Balducci firmano un break di 6-2 e vanno a +10, Laquintana cerca di rientrare con un canestro e un tiro dalla lunetta, ma un altro break di 7-0 di Onetto porta i padroni di casa sul +13 al 8’, Persichella interrompe il parziale, ma poi è solo Barletta e il quarto si chiude con un pesante +20 per i padroni di casa. Coach Marzulli striglia i suoi chiedendo una prova di orgoglio e nell’ultimo quarto cambia tattica inserendo Liaci in marcatura su Onetto. È la svolta della partita. L’under fasanese pressa a dovere il fuoriclasse barlettano e con la sua velocità fa aumentare il ritmo in difesa e in attacco a tutta la Technoacque. Sordi si smarca e riesce penetrare ripetutamente la difesa avversaria, andando a segno. Al 5’ la Technoacque ha recuperato 9 punti, ma il Barletta è ancora tranquillo sul +11. Intorno al 7’ sale in cattedra Persichella, con un tiro dalla lunetta e un canestro con fallo, a cui si aggiungono i primi due punti su azione per Francesco Rosato, peraltro ottimo in difesa come tutti. La Technoacque si avvicina a -3 e l’aggancio non è lontano. Nelle file del Barletta si è spenta la luce e Auricchio commette fallo antisportivo su Liaci, che dalla lunetta non sbaglia e a 1’ dalla fine il tabellone segna 70-69. L’ultimo minuto è una partita a scacchi incandescente tra i due allenatori. Coach Marzulli chiede il terzo time out quando Onetto segna il 72-69 a 32” dalla fine, coach Degni fa lo stesso dopo il 72-71 firmato da Sordi. Degni segna 2/2 dalla lunetta, Persichella segna e poi va fuori per 5 falli. Questa volta Degni dalla lunetta fa 1/2, il risultato è di 75-73, ma a 4” dalla fine Laquintana si sposta sul lato sinistro dell’arco e con tutta la rabbia di una settimana difficilissima insacca la tripla che porta in vantaggio la Technoacque. Coach Degni chiede il terzo time out per organizzare l’ultimo attacco della partita, ma la difesa fasanese chiude bene gli sazi e Onetto forza il tiro e sbaglia. La sirena fissa il risultato sul 75-76 e i biancoazzurri possono finalmente abbandonarsi in un abbraccio liberatorio.

Parziali: 22-19; 21-17; 23-10; 9-30 

Tabellini

Cestistica Barletta: Onetto 20, Vorzillo 20, Gatta 10, Auricchio 7, Degni N. 6, Balducci 4, Marinacci 4, Marino 2, Vitobello 2, Signorile 0

Coach: G. Degni

Technoacque Fasano: Laquintana 29, Persichella 16, Sordi 16, Masi 5, Liaci 4, Rosato F. 4, Santoro 2, Stomeo 0, De Simone n.e., Gimmi n.e.

Coach: Marzulli

 


Pagina 1 di 36